Presentazione

 

 

 

1.1 CHI SIAMO e COSA FACCIAMO:  IL MANDATO ISTITUZIONALE

Il C.I.S.A. è un consorzio tra comuni costituito ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs.n. 267/2000, nato con D.P.G.R. n. 29 dell'8 maggio 1980 per volontà dei comuni di Samassi, Segariu, Furtei, Sanluri, Serrenti, Nuraminis, Samatzai e Serramanna.

Ha natura giuridica di ente locale e si applicano ad esso le norme previste dal medesimo Testo Unico per gli enti locali, in quanto compatibili.

Ai sensi dello Statuto in vigore, modificato ad ultimo nel 2006 e approvato dai Consigli comunali dei Comuni aderenti, scopo del CISA è quello di assumere direttamente, nelle forme e secondo le modalità per ciascuno di essi consentite, i seguenti servizi, funzioni e attività di interesse degli enti consorziati: 

  • realizzazione e gestione di impianti e del servizio di captazione, raccolta, potabilizzazione ed adduzione della risorsa idrica;
  • progettazione, costruzione e gestione di una rete di depurazione delle acque, che preveda fra l’altro il rilevamento della portata convogliata dai collettori e della qualità dei liquami, nonchè la tempestiva segnalazione ai Sindaci dei Comuni degli eventuali scarichi non contenuti nei limiti di accettabilità previsti dal D.Lgs. n. 152/1999 e ss.mm.ii.;
  • la gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti compresa la costruzione e la gestione di impianti per il trattamento differenziato per i Comuni consorziati e per quelli che ne facciano richiesta;
  • la progettazione, realizzazione e gestione di impianti di compostaggio di qualità;
  • la gestione del servizio espropriazioni ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. n°327/2001;
  • la gestione del catasto dei terreni e dei fabbricati ai sensi del D.Lgs. n° 112/1998 e successivi decreti ministeriali di attuazione;
  • l’esplicazione di ulteriori attività accessorie e connesse a quanto sopraindicato.

Ai sensi dello Statuto il Consorzio può inoltre svolgere le seguenti attività:

  • la gestione del servizio idrico integrato costituito dall’insieme dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua ad usi plurimi, di fognatura e di depurazione delle acque reflue, in conformità a quanto previsto dalla L. n°36/94;
  • l’espletamento delle funzioni amministrative delegate dai Comuni in relazione alle autorizzazioni allo scarico di tipo non residenziale, al controllo e dalla gestione del contenzioso;
  • la gestione integrata dei tributi comunali e provinciali, incluse le attività accessorie;
  • la gestione dello sportello unico per le attività produttive per un sistema di servizi unificati alle imprese;
  • la gestione del servizio di animazione economica mediante l’attivazione nel contesto locale di attività di sostegno all’impresa o progetto d’impresa;
  • la gestione di piani di sviluppo locale previa idonea rilevazione dei punti di forza e di debolezza, delle opportunità e dei rischi presenti nel territorio;
  • servizi di gestione tecnica per conto dei Comuni o di altri Enti pubblici o di privati di impianti che abbiano attinenza con i servizi di cui ai punti precedenti;
  • la progettazione, realizzazione e gestione di reti di distribuzione di gas;
  • servizi di consulenza tecnica, amministrativa, gestionale, progettazioni e studi di fattibilità, direzione lavori e gestione degli appalti relativi ad opere, servizi e forniture che rientrano nelle attività del Consorzio e di quelli che i consorziati decidano di affidare al Consorzio.

 

 

 

Nell’anno 2006 il comune di Villasor (che già usufruiva in Convenzione di alcuni dei servizi svolti dal consorzio) è entrato a far parte dei Comuni costituenti il CISA.

Nell’anno 2010 i comuni di Samassi, Furtei e Segariu sono usciti dal Consorzio e ad oggi la compagine consortile è formata dai seguenti comuni:

  1. 1.       SERRAMANNA
  2. 2.       SANLURI
  3. 3.       SERRENTI
  4. 4.       SAMATZAI
  5. 5.       VILLASOR
  6. 6.       NURAMINIS

Nel 2003 è stata costituita anche il “CISA SERVICE S.p.A.”, società in house di proprietà di alcuni dei comuni associati e dei quali il CISA mantiene la maggioranza delle azioni, che gestisce al momento l’impianto per la produzione di Compost di qualità con proprio personale. L’impianto è stato realizzato nel 2006  dal C.I.S.A., che ne ha curato la progettazione e la realizzazione.

 

 

 

 

1.2 COSA FACCIAMO: LE FUNZIONI OGGI SVOLTE

Sorto per la realizzazione e gestione di un idoneo sistema di raccolta e trattamento dei reflui urbani e industriali di un'ampia area territoriale situata nella Provincia di Cagliari (oggi in parte Medio Campidano) e il riutilizzo delle acque depurate per l'irrigazione agricola (in seguito alla quale è stato realizzato un Impianto di Depurazione e le opere ad esso connesse, compreso un sistema di reti fognarie adeguate), dal 2000 il Consorzio Intercomunale di Salvaguardia Ambientale (C.I.S.A.) ha iniziato un percorso di riorganizzazione con l’obiettivo di affiancare alle tradizionali attività nel campo della realizzazione e gestione integrata di infrastrutture per la salvaguardia ambientale del territorio, lo svolgimento delle seguenti funzioni associate:

       Dal 2000: servizio di RACCOLTA, TRASPORTO, SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI E GESTIONE DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA PER CONTO DEI COMUNI CONSORZIATI e/o CONVENZIONATI. Ad oggi, conclusosi l’appalto novennale, il servizio viene svolto per conto dei comuni di Serrenti, Samatzia e Villasor, ed è in fase di predisposizione l’appalto unico per la gestione dei servizio per conto di ulteriori comuni associati.

       Dal 2004: SERVIZIO DI SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA’ PRODUTTIVE:  Il progetto dello Sportello unico associato per le attività produttive, è stato portato avanti dal Consorzio con l’adesione iniziale dei comuni di Serramanna, Sanluri, Samassi, Serrenti, Segariu, Furtei e Villamar nel 2002, nell’ambito dell’Avviso 1/2002 del Dipartimento Funzione Pubblica, pubblicato nella G.U. n. 59 del 11/03/2002.  Lo sportello è operativo, con il Consorzio ente capofila, dal 19 marzo 2004. Nel 2006 la Regione Autonoma della Sardegna ha avviato un processo di riorganizzazione degli Sportelli Unici per il tramite delle Amministrazioni provinciali. La Provincia del Medio Campidano ha individuato due ambiti territoriali nei quali organizzare sportelli unici.  Il CISA, dal 2007, è divenuto ente capofila nella gestione dell’area dello sportello unico comprendente i comuni “fondatori” (Serramanna, Sanluri, Samassi, Serrenti, Segariu, Furtei e Villamar) e le seguenti altre comunità: Collinas, Genuri, Gesturi, Las Plassas, Lunamatrona, Pauli Arbarei, Sardara, Setzu, Siddi, Tuili, Turri, Ussaramanna, Villanovaforru, Villanovafranca. Ad oggi il Consorzio è ente capofila di uno sportello unico associato di riferimento per un bacino di 67.538 abitanti e costituisce una delle esperienze di maggiore successo nell’ambito di tale attività in Sardegna. Dall’anno in corso, in seguito ad avvenuta stipula di Convenzione con l’Unione dei Comuni del Basso Campidano, il CISA gestisce altresì i procedimenti riguardanti le attività produttive nel territorio del comune di San Gavino Monreale, aumentando così notevolmente il numero degli abitanti serviti. 

       Dal 2007: REALIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RETI DEL GAS: il CISA è stato individuato sede del l’ ORGANISMO DI BACINO N.27 – COMUNI DI FURTEI – GUASILA – SAMASSI – SAMATZAI - SANLURI – SEGARIU – SERRAMANNA ai sensi del “Bando per lo sviluppo regionale delle reti di distribuzione  del metano”  di cui alla Deliberazione Giunta Regionale n.54/28 del 22/11/2005, e allo stato, svolto il procedimento di PROJECT FINANCING per l’individuazione del promotore finanziario che realizzerà l’intervento, è in corso di svolgimento il procedimento per la realizzazione e la gestione delle reti e del successivo iter procedimentale.

 

Come si può notare dall’elenco delle funzioni ad oggi svolte, il CISA svolge alcuni servizi per conto dei comuni consorziati, gestendo i rapporti con l’appaltatore del servizio di riferimento (vedi appalto servizio rifiuti, project financing per la realizzazione reti del gas, gestione dei rapporti con la società in house) sia con rapporti diretti con l’utenza (gestione del servizio SUAP che prevede un contatto diretto col cittadino).

Gli stakeholder del CISA sono quindi rappresentati in parte dai comuni consorziati e in parte dai cittadini dei comuni consorziati/associati nella gestione del servizio.

Obiettivo del CISA è quindi quello di garantire lo svolgimento delle funzioni svolte in maniera efficiente ed economica, volte al perseguimento del buon andamento dell’attività dell’amministrazione pubblica e al soddisfacimento degli interessi dei cittadini utenti dei vari servizi. Tutto nell’ottica altresì dell’incremento delle funzioni svolte.

 

1.3 L’ORGANIZZAZIONE

L’organizzazione del C.I.S.A. , determinata ai sensi dello Statuto dall’Assemblea Contortile , con dotazione organica ad ultimo rideterminata con deliberazione di Assemblea consortile n. 8/2012 , prevede la seguente articolazione:

  • Presenza di n°1 Direttore che sovrintende alla gestione dell’intera struttura come da Statuto;
  • Presenza di n°1 Segretario e di n° 1 ViceSegretario;
  • Suddivisione in 4 Servizi con proprio Responsabile cat. D (AMMINISTRATIVO – FINANZIARIO – TECNICO – SUAP) e relativi Uffici di riferimento;
  • Una dotazione organica teorica composta da 32 persone. La dotazione organica effettiva è di 6 persone.

 

 

 

 

AGGIORNATO AL 19-06-2014